Covid Toscana: incremento disponibilità quarte dosi per aumento della domanda

La quarta dose contro il Covid-19 è una vaccinazione non obbligatoria ma raccomandata in particolare per le persone da sessant’anni in su, per chi ne ha meno ma è esposto al rischio di complicanze per patologie concomitanti e preesistenti, per gli operatori sanitari, per gli ospiti e operatori delle strutture residenziali per anziani e per le donne in gravidanza.

Può essere effettuata quattro mesi dopo la terza dose o l’ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo).

È possibile prenotare la quarta dose in vari modi: collegandosi al portale regionale prenotavaccino.sanita.toscana.it , rivolgendosi al proprio medico di famiglia, al pediatra di libera scelta o recandosi in una delle farmacie convenzionate.

Un percorso particolare è riservato ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, per cause legate alla patologia di base, a trattamenti farmacologici o perché sottoposte a trapianto di organo solido. Queste persone saranno infatti contattate dai centri di riferimento delle strutture specialistiche delle aziende sanitarie che ne gestiscono il percorso clinico. La vaccinazione sarà effettuata in ospedale, nelle sedi ambulatoriali o nei centri specialistici. Qualora il soggetto sia in cura presso centri specialistici extra regionali o si trovi in altre particolari condizioni può contattare il numero unico regionale 800-556060.

I vaccini utilizzati in Toscana per i richiami sono i cosiddetti bilaventi, ovvero adattati all’ultima variante omicron 5. Su richiesta si può scegliere anche il vaccino adattato ad omicron 1.

Per quanto riguarda nello specifico gli hub vaccinali della Asl Toscana centro, a seguito di un aumento significativo, nei giorni scorsi, della domanda, è stata incrementata la disponibilità di quarte dosi. Il potenziale vaccinale settimanale complessivo negli Hub della Asl Toscana centro sale così a 6.540 dosi rispetto alle circa 2500 somministrazioni delle ultime due settimane nei territori di Firenze, Prato, Empoli e Pistoia. In particolare, su Firenze la copertura vaccinale settimanale viene portata a 3000 dosi mettendo a disposizione, oltre alla Palazzina 29 di San Salvi (2400 dosi settimanali), anche il presidio Santa Rosa (600 dosi settimanali), attivo dal 19 ottobre.

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti