INTERVISTA Pedretti: “Stanchi di essere usati come bancomat”

Il quotidiano Il Manifesto intervista il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti alla vigilia della manifestazione nazionale dei pensionati in programma il 16 dicembre a Roma.

“Per quello che il governo ha messo in campo la manifestazione era il minimo che potevamo fare – dice Pedretti dalle colonne del quotidiano -. Il governo Meloni usa i contributi versati dagli ex lavoratori per finanziare la flat tax fino a 85 mila euro agli autonomi, per aumentare le pensioni minime a chi i contributi non li ha versati come commercianti e artigiani. In pratica stanno appoggiando la loro lobby in parlamento. I pensionati invece vengono da 11 anni di blocco dell’indicizzazione degli assegni all’inflazione, 11 anni in cui ci sono stati sottratti 200 miliardi. Siamo stanchi di essere usati come il bancomat dei governi di tutti i colori. I pensionati non ce la fanno più“.

Nell’intervista al segretario generale Spi nazionale c’è spazio anche per una valutazione su altri aspetti della manovra, come la sanità.

“I tagli alla sanità sono inaccettabili e colpiscono per primi i più deboli – attacca Pedretti -. Ma viene tagliato tutto il welfare e non c’è una riga né un euro per finanziare la legge quadro sulla non autosufficienza che coinvolge oltre 3 milioni di famiglia varata da Draghi e per utilizzare i soldi del Pnrr per costruire le strutture di prossimità che chiediamo da anni“.

L’intervista è sul Manifesto di giovedì 15 dicembre in edicola.

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti