Landini: “Pronti alla mobilitazione per cambiare la manovra”

La Cgil è pronta alla mobilitazione contro la legge di bilancio del governo Meloni, una manovra che “colpisce i più poveri“. A dirlo, dalle colonne al quotidiano La Stampa in edicola venerdì 25 novembre, è il segretario nazionale della Cgil Maurizio Landini che nei prossimi giorni proporrà le riflessioni del sindacato a Cisl e Uil per valutare insieme a loro “tutte le iniziative necessarie a sostegno delle nostre richieste per apportare i cambiamenti necessari”.

Nella lunga intervista, Landini affronta anche il tema del taglio alla rivalutazione delle pensioni. “Si è modificato il meccanismo di indicizzazione delle pensioni, senza alcun confronto preventivo coi sindacati – afferma il segretario generale della Cgil -. Lo Stato risparmia 3,5 miliardi mentre sono dieci anni che chiediamo un meccanismo di indicizzazione per tutelare il valore reale dei vitalizi. Con il governo Draghi ciò era stato deciso. Questo governo peggiora la situazione».

Secondo Landini la manovra non sostiene la sanità, la scuola e il trasporto locale, non modifica la legge Fornero. Manca poi una  strategia di politica industriale ed energetica per affrontare la riconversione digitale e verde. L’intervista integrale si può leggere sul sito de La StampaLeggi l’articolo integrale

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti