Tanta Toscana a Roma il 16 novembre. Il punto sugli importi delle pensioni

Sono 26 i pullman che partiranno dalla Toscana per portare circa 1600 pensionati dello Spi Cgil alla manifestazione unitaria dei sindacati pensionati di Cgil Cisl e Uil il 16 novembre al Circo Massimo a Roma (inizio alle 9). Una protesta organizzata con l’obiettivo di spingere il Parlamento a migliorare ulteriormente la manovra economica, tenendo in considerazione le necessità di 16 milioni di persone che oggi rappresentano un terzo del Paese e che non possono quindi continuare ad essere ignorate.

Le richieste dei pensionati

Una vera rivalutazione delle pensioni (e non 40 centesimi in più al mese come previsto dalla Legge di Bilancio);
la riduzione delle tasse per chi, come i pensionati, le paga tutte e fino all’ultimo centesimo;
l’allargamento della 14esima per aiutare chi è più in difficoltà;
una legge nazionale sulla non autosufficienza.

I pensionati in Toscana (*)
Sono 1.033.883 i pensionati in Toscana, la maggior parte dei quali donne: 541.372 contro 492.511 uomini.
La maggior parte (201.156) sono collocati nella fascia di età 70-74 anni.
Gli over 80 (da 80 a 95 e oltre) sono 303.635 (117.312 uomini, 186.323 donne)

Gli importi delle pensioni in Toscana (*)
La maggioranza (553.072) percepisce una pensione compresa entro i 1.499 euro mensili. In particolare:
_ 82.207 sono sotto i 499 euro
_ la maggior parte dei pensionati toscani (138.627) percepisce una pensione compresa fra i 500 e i 749 euro mensili (30.482 uomini e 108.145 donne)
_ segue la fascia fra 1.000 e 1.249 euro (122.119 pensionati)

La non autosufficienza in Toscana
L’Ars-Agenzia Regionale di Sanità, stima che nel 2018 siano circa 80.800 gli anziani non autosufficienti in Toscana (numero che non tiene conto di coloro che risiedono in Rsa).
Un dato destinato a crescere tenendo conto che, come ricordato da Irpet, la quota di popolazione over 65 nei prossimi trent’anni salirà dal 25 al 35%.

(*) importi lordi; elaborazione Spi Cgil Toscana su dati Inps relativi al 2018.