Luana D’Orazio, raccolta fondi per garantire gli studi al figlio. Iniziative a Prato il 7 maggio

Approvato un ordine del giorno con cui Spi Cgil Toscana accoglie l’invito del Sindaco di Montemurlo a raccogliere fondi a favore del figlio della giovane operaia che ha perso la vita

Spi Cgil Toscana aderisce alle iniziative assunte dalle organizzazioni sindacali e sarà a Prato il 7 maggio, accoglie inoltre l’invito del Sindaco di Montemurlo Simone Calamai a raccogliere fondi per garantire al piccolo figlio di Luana d’Orazio – la giovane operaia che ha perso la vita a Montemurlo – tutti i gradi di istruzione che crescendo deciderà di seguire.

Questo il testo dell’ordine del giorno approvato da Spi Cgil Toscana:

Aveva un bambino di cinque anni Luana D’Orazio, di 22 anni, la giovane operaia che ha perso la vita a Montemurlo a pochi chilometri da Prato: non è la prima, sono notizie che non dovrebbero mai aggredirci, ma accade. È accaduto di nuovo. Un dolore ancora, forte, lancinante. Aveva un bambino la madre bambina. Era contenta del lavoro che faceva da poco più di un paio d’anni. Il Lavoro le aveva restituito la “libertà”, guadagnava quel che le serviva per sé e per quella vita che cresceva. La vita di chi ne ha bisogno vale di più. Quando si perde è uno squarcio che non si rammenda. Eppure di quello dobbiamo occuparci. Tutti: regole e comportamenti.
Non l’ha sentita gridare chi le era vicino. Si è girato e Luana era scomparsa risucchiata dai rulli. Incredibile e impossibile ancora una volta.
La morte di Luana non la possiamo accettare senza guardarci dentro, senza guardarci intorno. E non bastano le parole. Ad ognuno tocca la responsabilità ma di più il dovere. Avere cura gli uni degli altri: vecchi e giovani che siano.
Ora abbassiamo il cappello, ammainiamo le bandiere e piangiamo.
Un impegno è sempre possibile: cara Luana staremo vicino a tuo figlio. Nessuno si dimentichi domani di te e nemmeno di lui. Buon riposo giovane operaia che a Montemurlo lavorava fili per restituirci stoffa.
Lo SPI CGIL della Toscana aderisce alle iniziative assunte dalle organizzazioni sindacali e sarà a Prato il 7 maggio. Per parte nostra accogliamo l’invito del Sindaco di Montemurlo Simone Calamai a raccogliere fondi che garantiscano al piccolo figlio di Luana tutti i gradi di istruzione che crescendo deciderà di seguire.