Le leghe Spi tra i firmatari del Patto antifascista del Mugello

È stato sottoscritto il Patto “Azioni comuni contro il fascismo e le discriminazioni”. A firmare l’accordo, promosso da ANPI Mugello, sono stati i Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia e San Piero e Vicchio, le sezioni Anpi di Borgo San Lorenzo, di Barberino di Mugello e di Vicchio, la CGIL  del Mugello e di Firenze, le Leghe Spi di Borgo, Vaglia e Vicchio, di Barberino di Mugello, Firenzuola e Scarperia e San Piero e di Marradi e Palazzuolo, la CISL territoriale, la UIL  Provinciale, l’A.N.F.I.M. Toscana, l’A.N.E.I. Firenze,  l’ANED Firenze, l’ARCI Comitato territoriale Firenze, la UISP Zona Mugello, l’Auser Provinciale Firenze, Libera Toscana e il Centro Radio Soccorso.

Tante realtà unite nell’intento di difendere e riaffermare i valori e i principi dell’antifascismo e della Carta costituzionale.

I firmatari  rifiutano “qualsiasi forma di provocazione e violazione della libertà di pensiero, di religione e di orientamento sessuale. Il linguaggio, i comportamenti che istigano l’odio razziale, la discriminazione, il sessismo, l’omofobia”, ma prendono anche impegni concreti come non concedere aree e spazi pubblici ad associazioni che si richiamano al fascismo e a destinare i beni eventualmente confiscati alla mafia a finalità e interventi di carattere sociale.

Con le sezioni ANPI, le organizzazioni sindacali e le associazioni del territorio l’impegno è a organizzare azioni concrete per la divulgazione e la conoscenza della Costituzione, oltre che a promuovere iniziative di contrasto all’azione neofascista, diffondere i valori antifascisti e antirazzisti, far conoscere la storia della Resistenza, con particolare attenzione alle iniziative n cui coinvolgere le scuole.

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti