DIRITTI INESPRESSI: RECUPERATI IN TOSCANA NEL 2019 OLTRE 1.250.000 EURO (dati provvisori)

Anche lo scorso anno, con l’impegno degli operatori volontari delle leghe SPI dela Toscana e con il supporto del Patronato INCA, il controllo della “busta paga del pensionato” (cedolino), ha dato risultati molto importanti, nonostante che l’INPS abbia messo a disposizione dei nostri operatori l’OBIS-M solo da maggio 2019.
Invitiamo quindi tutti i pensionati a passare dalla lega SPI-CGIL più vicina e se si è iscritti possiamo recuperare i dati della pensione e verificare se l’importo erogato è giusto. Sembra un’operazione banale ma, come abbiamo visto, ogni anno centinaia di migliaia di euro tornano nelle tasche dei pensionati. Infatti, spesso, si genera una situazione di Diritti inespressi dei quali il pensionato non è a conoscenza e che l’INPS riconosce solo dietro richiesta dell’interessato. Molti sono gli esempi: reversibilità, quattordicesima, assegni familiari…., che ricorrono pù spesso; il riconoscimento di questi diritti, oltre a maggiorare la pensione in essere, ha una retroattività fino a 5 anni.
Vi invitiamo quindi a passare dalle nostre sedi territoriali per entrare in contatto con i nostri volontari, potreste avere una bella sorpresa!

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti