Ciao Guido

Ci ha lasciato Guido Sacconi, grande dirigente sindacale e politico che dagli anni ‘80 ai primi anni Novanta ha ricoperto ruoli apicali nel sindacato fiorentino e toscano.

Il segretario generale dello Spi Cgil Toscana Alessio Gramolati, il segretario generale di Cgil Toscana Rossano Rossi e la segretaria generale di Cgil Firenze Paola Galgani lo ricordano così in una nota:

“Apprendiamo con enorme dolore della morte di Guido Sacconi. È stato un grande dirigente sindacale e politico, un uomo delle istituzioni, una bella persona e un vero compagno. Il suo percorso sindacale e politico, di assoluto rilievo, è sempre stato contraddistinto da curiosità intellettuale, capacità di ascolto e fare sintesi, grande passione civile e sociale, grande senso della giustizia, umanità, correttezza morale, lucidità di analisi. Su ambiente e lavoro ha dato contributi che resteranno indelebili. Guido ci mancherà molto e terremo viva la sua eredità politica e sindacale. Ci stringiamo ai suoi cari in questo momento di sofferenza”.

Sacconi ha iniziato il suo percorso negli anni ’70 prima nell’Ufficio studi, è stato poi Segretario provinciale della Fiom fiorentina e dall’81 al ’90 Segretario generale della Camera del lavoro metropolitana di Firenze. Diviene poi Segretario generale della Cgil Toscana fino al ’92, quando viene chiamato a dirigere il Pds regionale toscano. È stato in seguito consigliere regionale e eurodeputato. Si deve a lui il primo Regolamento europeo ‘Reach’ a tutela dell’ambiente e delle politiche industriali.

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti