App Toscana Salute, Sanità toscana digitale al cento per cento

Ora la sanità toscana è diventata digitale al cento per cento. Ai 25 servizi già esistenti all’interno dell’app Toscana Salute se ne sono aggiunti altri cinque: prenotazione delle analisi del sangue, televisita, libretto di gravidanza digitale, pronto badante, protezione internazionale. Toscana salute è un’app molto richiesta e frequentata. Dal giorno dell’attivazione, 2 luglio 2021, è stata scaricata da circa un milione di cittadini, i nuovi utenti sono 413.274.
Un exploit senz’altro favorito dalla pandemia, ma anche da tutta una serie di iniziative messe in atto per alfabetizzare digitalmente un numero crescente di popolazione, come “Connessi in buona compagnia”, che insieme alla Regione e all’Anci vede impegnati anche i sindacati, ultimamente anche in prima persona, come l’apertura della Bottega della Salute aperta pochi giorni fa presso lo Spi Cgil del quartiere Le Fornaci di Pistoia, dove operano volontari dello stesso sindacato.
“E’ una strada dalla quale non si torna più indietro”, spiega Andrea Belardinelli, responsabile regionale della Sanità digitale e Innovazione. “La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta. Sono orgoglioso delle tante straordinarie opportunità di innovazione tecnologica, che abbiamo messo a disposizione dei cittadini, come la televisita che sarà il futuro della medicina. Toscana Salute – dice il presidente della Toscana Eugenio Giani – è un’applicazione nata in un momento di emergenza, oggi rappresenta la speranza. Il nostro sistema informatico sanitario ha consentito di programmare ed erogare tutta l’offerta sanitaria durante la pandemia”. “Certo – aggiunge l’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini – non basta e anche tutti i consueti canali di accesso rimangono attivi, come il telefono o lo sportello”. E l’assessore ricorda che la Regione ha attivato progetti di alfabetizzazione informatica anche per le fasce di età che hanno meno confidenza con la tecnologia. “Connessi in buona compagnia”, appunto.
I cinque nuovi servizi attivati in Toscana Salute riguardano innanzi tutto un servizio che mira a ridurre le code nella prenotazione delle analisi del sangue. C’è anche un hAPPyMamma, una web app dedicata al percorso nascita, promossa come strumento di accompagnamento per le donne dall’inizio della gravidanza fino al primo anno di vita del bambino e che introduce l’uso del libretto di gravidanza digitale.
Introdotta anche la Televisita, piattaforma regionale che permette a medico e paziente di interagire a distanza, in collegamento audio-video dal proprio dispositivo, senza recarsi in ospedale.
È poi funzionante Pronto badante, servizio telefonico con cui la Regione mette a disposizione delle famiglie un servizio di sostegno rivolto alla persona anziana nel momento in cui si presenta per la prima volta un momento di fragilità.
La quinta novità, infine, riguarda la Protezione internazionale, piattaforma online, che nasce dal progetto I.c.a.r.e. con lo scopo di garantire la presa in carico da parte dei servizi sanitari territoriali dei titolari e/o richiedenti di protezione internazionale, attraverso équipe multidisciplinari, che garantiscono percorsi dedicati e culturalmente orientati come quelli assistenziali offerti dai consultori.
Le informazioni per accedere ai servizi sanitari territoriali sono tradotte in 12 lingue straniere compreso l’ucraino.
“Negli ultimi 24 mesi – ricorda Federico Gelli, direttore della Direzione Sanità, Welfare e Coesione Sociale – siamo stati fortemente impegnati nello sviluppo di strumenti digitali a supporto della lotta alla pandemia con scenari che nessuno aveva mai affrontato prima, ma la sanità digitale, intesa come ricorso alla tecnologia digitale a supporto dell’innovazione del sistema sanitario, è sempre stata tra le priorità della Regione Toscana”.

Come si scarica l’app Toscana Salute?

Come qualsiasi altra app, da Apple store o da Play store. Per poterla però utilizzare serve dotarsi di un’identità digitale. È sufficiente essere in possesso delle credenziali Spid (tra le quali anche quelle richiedibili gratuitamente in tutti gli sportelli delle Aziende sanitarie e ospedaliere toscane) oppure inserire la propria tessera sanitaria in un Totem PuntoSi e digitando il proprio pin, stampare il QrCode e inquadrarlo poi con la fotocamera dello smartphone.
Per chiudere, alcuni dati relativi alla sanità elettronica della Toscana: 5.361.631 gli accessi al fascicolo sanitario elettronico dal 1 gennaio 2019; 240.173 le prenotazioni Cup online dal 1 aprile 2019; 185.436 le televisite dal 1 giugno 2020; 745.171 le prenotazioni di prelievi del sangue con Zerocode dal 16 luglio 2020; 18.721 i pazienti celiaci, che utilizzano il borsellino elettronico per oltre 17 milioni di euro in buoni; 63.630.068 le ricette elettroniche inviate via sms, dal 29 febbraio 2020; 47.723 piani terapeutici elettronici prescritti dagli operatori sanitari, dal 16 luglio 2022.

Sommario

Referendum

Puoi firmare nelle nostre sedi e online su cgil.it/referendum

Recenti