Sono partiti i Campi della Legalità

Anche quest’anno sono partiti a metà giugno e termineranno a fine settembre i Campi della Legalità, promossi da LIBERA, ARCI e da altre Associazioni del Terzo settore ai quali, come da tradizione, partecipano centinaia di volontarie e volontari dello SPI insieme alle migliaia di ragazze e ragazzi provenienti da tutto il Paese.

Anche dalla Toscana oltre 40 pensionate e pensionati partiranno, o sono già in azione, per i Campi che si svolgono nei beni confiscati alla criminalità organizzati in Sicilia, Puglia, Campania, Piemonte oltre a quelli toscani a Quarrata, Suvignano e Viareggio.

I Campi rappresentano un’importante occasione di incontro e di scambio tra generazioni, dove le volontarie e i volontari dello SPI, oltre a supportare il lavoro logistico e organizzativo, danno un fondamentale contributo sul piano dei contenuti, parlando non solo di memoria sindacale, con le storie di sindacalisti vittime di mafia, ma più in generale di Costituzione e Resistenza, radici e via maestra della nostra democrazia.

In alcuni Campi sarà replicata il 25 luglio la famosa “Pastasciutta antifascista”, un piatto simbolo in ricordo dei 380 chili di pasta al burro offerti dalla famiglia Cervi a tutto il paese di Campegine per festeggiare la caduta del regime.

Foto

Sommario

Recenti