Oltre l’8 marzo. Presentazione del docufilm su Lidia Menapace

lidia-menapace-per-sito

E’ una donna che ha fatto il ‘900, e che ha ancora moltissimo da raccontare anche alle nuove generazioni. Ma il docufilm “Lidia resiste” di Massimo Tarducci – che vede coprotagonisti il responsabile di Libera Toscana Andrea Bigalli e il responsabile del Centro della Pace di Bolzano Francesco Comina – non è solo il racconto in prima persona di una donna che, fra l’altro, ha partecipato alla Resistenza ed è stata tra i fondatori de “il manifesto”: è anche un piccolo viaggio nella sua intimità, negli affetti, nelle passioni, raccontati intorno a un tavolo di cucina o passeggiando per la strada.
La proiezione in anteprima di “Lidia resiste” è l’evento conclusivo delle iniziative organizzate dal Coordinamento donne dello Spi Cgil Toscana in occasione dell’8 marzo, e vuol essere insieme un regalo per tutte le donne che hanno contribuito alla realizzazione di moltissime iniziative in tutta la Toscana, e uno spunto di riflessione per il futuro. Per andare, appunto, oltre l’8 marzo.
Appuntamento l’11 aprile alle 9.30 al Salone Placido Rizzotto della Cgil Toscana (via Pier Capponi 7, Firenze).
Presenta Alessandra Salvato, responsabile del Coordinamento regionale donne Spi Cgil Toscana. Partecipano Lidia Menapace, Andrea Bigalli, Francesco Comina e la Segretaria generale dello Spi Cgil Toscana Daniela Cappelli.