A Empoli la giornata conclusiva del progetto dello Spi Cgil Toscana nelle scuole

Al Cinema La Perla di Empoli (Firenze) si è tenuta oggi la giornata conclusiva del progetto promosso da Spi Cgil e Coordinamento Donne dello Spi Cgil Toscana “Antifascismo, dalle idee alle azioni”, progetto che fa parte di un percorso ormai pluriennale che lo Spi Cgil Toscana porta avanti nelle scuole. Circa 400 i ragazzi coinvolti, per 15 classi delle 10 province della regione, chiamati a confrontarsi con tre temi: leggi razziali e situazione degli ebrei in Toscana, migrazioni e immigrazioni, e i valori della Costituzione (con particolare riferimento agli artt. 3 e 10). Ogni classe ha realizzato elaborati di diverso tipo, dalla grafica alla fotografia al video. Non tanto un concorso, quanto un progetto all’insegna della partecipazione: a tutte le scuole è andato un riconoscimento ex-aequo (200 euro), ai quali si aggiungono tre premi speciali di 500 euro (uno per ognuno dei temi proposti).
Il premio per la sezione dedicata alle leggi razziali è andato ai ragazzi dell’IIS “E. Santoni” di Pisa per il video “La zona grigia. Cosa avrei fatto io?”: dopo aver svolto una ricerca, dalla quale è emersa la scarsità, o addirittura l’assenza, di testimonianze di reazioni di solidarietà immediate all’espulsione da scuola del proprio amico negli anni delle leggi razziali in Italia, con questo video si è voluto dar voce a tutti quei compagni di banco che, all’epoca, come oggi, avrebbero voluto opporsi.
Il premio per la sezione dedicata a migrazioni e immigrazioni è andato ai ragazzi dell’ITEPS Paolo Dagomari di Prato per il video “Amara terra mia”, “per aver raccontato in modo rigoroso – attraverso un’ampia ricerca iconografica e documentale – e insieme poetico la storia dell’immigrazione italiana dal Sud al Nord e all’estero negli anni ’50, rintracciando le molte similitudini con i movimenti migratori che interessano, e non da oggi, il nostro Paese”.
Infine il premio per la sezione dedicata ai valori della Costituzione è andato ai ragazzi dell’ISISS Marco Polo di Cecina per il video “Ugualmente unici”, una originale rielaborazione che prendendo spunto dal romanzo “La fattoria degli animali” di George Orwell ci invita a riflettere sul fatto che “essere tutti uguali non vuol dire essere omologati, senza personalità. Persone solo uguali non hanno identità, sogni, colori; non dobbiamo essere uguali per avere gli stessi diritti, dobbiamo solo essere umani” ci spiegano i ragazzi nel loro video.

Le scuole che hanno partecipato al progetto:

ITIS Galileo Galilei di Arezzo

Istituto Istruzione superiore G. Vasari di Figline e Incisa (Firenze)

Liceo Scientifico G. Marconi di Grosseto

Liceo Rosmini di Grosseto

ISISS Marco Polo di Cecina (Livorno)

Istituto Carducci Volta Pacinotti di Piombino (Livorno)

Liceo Chini-Michelangelo di Forte dei Marmi (Lucca)

IIS “Da Vinci” Villafranca di Massa e Liceo Classico G. Leopardi di Aulla

IIS “E. Santoni” di Pisa

ITSE Aldo Capintini di Agliana (Pistoia)

Istituto Omnicomprensivo di San Marcello Pistoiese (Pistoia)

Liceo Livi di Prato

ITEPS Paolo Dagomari di Prato

Liceo linguistico di Montalcino (Siena)